Torna indietro

Cancellazione per l'Estero

Oggetto e descrizione del procedimento: 

Il richiedente deve compilare il modulo Allegato 2 per sé e per le persone sulle quali esercita la potestà o la tutela.

Il richiedente cittadino italiano, che intende trasferire la residenza all'estero per un periodo superiore a dodici mesi può dichiarare il trasferimento di residenza all'estero direttamente al Consolato oppure, prima di espatriare, può rendere tale dichiarazione al Comune italiano di residenza utilizzando il modello Allegato 2. In tal caso, il cittadino ha l'obbligo di recarsi comunque entro 90 giorni dall'arrivo all'estero al Consolato di competenza per rendere la dichiarazione di espatrio. Il Consolato invierà al Comune di provenienza i modello ministeriale per la richiesta di iscrizione all'AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero). La cancellazione dal registro della popolazione residente (APR) e l’iscrizione all'AIRE, in tal caso, decorrono dalla data in cui l’interessato ha reso la dichiarazione di espatrio al Comune e saranno effettuate entro due giorni dal ricevimento del modello consolare.
Se entro un anno iI Comune non riceve dal Consolato la richiesta di iscrizione all'AIRE sarà avviato il procedimento di cancellazione del richiedente per irreperibilità.
Se invece la richiesta di iscrizione all'AIRE viene presentata direttamente al Consolato, come consentito dalla vigente normativa, questa comporterà l'automatica cancellazione dal registro delta popolazione residente. La cancellazione dall'APR e l’iscrizione AIRE saranno effettuate dal Comune entro due giorni dal ricevimento del modello consolare (Cons01) e con decorrenza dalla data del ricevimento del modello stesso.

A seguito della presentazione o invio del modello Allegato 2 il richiedente non cittadino italiano sarà cancellato dall'anagrafe del Comune di residenza per emigrazione all'estero.

ATTENZIONE: GLI ORARI DEGLI UFFICI SOTTO RIPORTATI SONO MODIFICATI A DECORRERE DAL 2 novembre 2020 A SEGUITO MISURE DI CONTENIMENTO CORONAVIRUS. CONSULTA QUESTO LINK:
http://www.comune.massa.ms.it/pagina/orario-di-apertura-uffici-comunali

Normativa di riferimento: 
L. n. 470 del 27 ottobre 1988 - D.P.R. n. 223 del 30/05/89 - Circolare Ministero dell'Interno n. 9 del 27 aprile 2012, all. 2
Come fare domanda: 

Il modulo (allegato 2) deve essere compilato e presentato all'Ufficio anagrafe del Comune di residenza ovvero inviato all'Ufficio protocollo secondo una delle seguenti modalità:
- direttamente all’Ufficio protocollo, in orario di apertura al pubblico (da lunedì a venerdì 8:45/12:45 e martedì e giovedì anche 15:30/17:30);
- mediante posta ordinaria all'indirizzo: Ufficio Protocollo Comune di Massa, via Porta Fabbrica, 1- 54100 Massa;
- mediante PEC all'indirizzo: comune.massa@postacert.toscana.it

Modulistica necessaria e allegati: 

Allegare alla dichiarazione (allegato 2):
- copia del documento di riconoscimento del richiedente;
- copia del documento di riconoscimento delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente che, se maggiorenni, devono sottoscrivere il modulo.

Tempi: 
La cancellazione sarà effettuata entro 2 gg dal ricevimento del modello consolare o entro due giorni dalla presentazione della richiesta da parte di cittadino non italiano
Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria: 
Ufficio Anagrafe
Ufficio del procedimento: 

UFFICIO ANAGRAFE E AIRE
tel. Tel. 0585 490321 - 0585 490319 - 0585 490252 - 0585 490530 - 0585 490409 - e mail: richieste.anagrafe@comune massa.ms.it - annarita.mochi@comune.massa.ms.it
Orario di apertura: da lunedì a venerdì 9:00/12:30 martedì e giovedì anche 15:00/17:00

Responsabile atto finale: 

Mochi Annarita tel 0585 490321

Uffici ai quali rivolgersi per informazioni: 

Ufficio Anagrafe e AIRE
tel. Tel. 0585 490321 - 0585 490319 - 0585 490252 - 0585 490530 - 0585 490409 - e mail: richieste.anagrafe@comune massa.ms.it - annarita.mochi@comune.massa.ms.it
Orario di apertura: da lunedì a venerdì 8:45/12:45 martedì e giovedì anche 15:00/17:00

Previsione del silenzio assenso: 
Si

Strumenti di tutela

Contro il provvedimento conclusivo del procedimento può essere proposto ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale (D.lgs. 104/2010) entro 60 giorni dalla notifica o dalla pubblicazione dell'atto impugnato o dalla sua conoscenza ad esclusione (a meno che non si tratti di provvedimenti in materia di appalti per i quali si deve presentare ricorso entro 30 giorni). In alternativa è ammesso altresì ricorso straordinario al Capo dello Stato, per motivi di legittimità rientranti nella giurisdizione del giudice amministrativo, entro 120 giorni dalla notificazione o dalla piena conoscenza del provvedimento (DPR 1199/71). Se si è fatto ricorso al TAR non si può fare ricorso straordinario e viceversa.
ricorso al Prefetto
Titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia: 
Segretario generale - Tel. 0585 490398 - email: segretario.generale@comune.massa.ms.it
Tempi definiti per legge : 
Si
Possibilità di autodichiarazione: 
SI'
Data ultima modifica: 
26/06/2020
Carta dei servizi: